Bologna, rione Pilastro. Nel paesaggio della città: le voci, gli sguardi, gli archivi. 1ª Scuola di storia orale nei quartieri di Bologna|20-21 settembre 2019

Promuove l’Associazione Italiana di Storia Orale (AISO), in collaborazione con l’Associazione Mastro Pilastro e il Master in Public History dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia.
Aderiscono l’Istituto Storico Ferruccio Parri, la Biblioteca Luigi Spina e il Blog del Pilastro.
Con il patrocinio del Quartiere San Donato-San Vitale del Comune di Bologna.

Questa Scuola di storia orale nasce da una richiesta dell’Associazione Mastro Pilastro, che si occupa di cittadinanza attiva ed empowerment nel rione Pilastro di Bologna. Si propone quattro obiettivi: offrire una introduzione all’uso delle fonti orali per la storia delle città, con un focus particolare su Bologna; far sperimentare la metodologia della storia orale, mostrando come essa possa attivare pratiche e relazioni trasversali dentro le comunità cui si applica; conoscere e far conoscere il rione Pilastro di Bologna, che ha molte e diverse storie da raccontare; riflettere sulle questioni pratiche, civili ed etiche legate alla conservazione delle fonti orali.
La Scuola è progettata e diretta da Antonio Canovi e Giulia Zitelli Conti nell’ambito di una convenzione tra l’AISO e il Master di II livello in Public History dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia.
Si rivolge a studenti, dottorandi, insegnanti, operatori sociali, amministratori, archivisti, bibliotecari, studiosi della città, scrittori, artisti, cittadini e cittadine.

Programma
Venerdì 20 settembre
ore 14.30 → Saluti istituzionali e apertura della Scuola con Luca Alessandrini (direttore dell’Istituto Storico Ferruccio Parri), Alessandro Casellato (Università Ca’ Foscari–presidente AISO), Francesca Villani (consigliera del quartiere San Donato – San Vitale)  e Tiziana Zullo (presidente Associazione Mastro Pilastro) presso l’Istituto Storico Ferruccio Parri (via Sant’Isaia, n. 18)
ore 15.00 → L’uso delle fonti orali per la storia delle città, con Lidia Piccioni (La Sapienza-Università di Roma), Bruno Bonomo (La Sapienza-Università di Roma) e Antonio Canovi (AISO)
ore 17.00 → Storia urbana e politiche dell’abitare nei quartieri di Bologna, con Giovanni Cristina (Università degli studi di Catania) e Maurizio Maria Sani (urbanista specializzato sul rione Pilastro)
ore 19.00 → Trasferimento con l’autobus n. 20 al Pilastro in compagnia di Ingrid Negroni (Blog del Pilastro), Susi Realti (Associazione Mastro Pilastro) e Jonathan Mastellari (Associazione Mastro Pilastro)
ore 20.00 → Cena alla Fattoria Urbana con piccolo laboratorio di riconoscimento fotografico animato da Piero Casadei (Fondazione Gajani) e Lino Bertone (fotografo-Blog del Pilastro)
Fuori orario: la Milonga del Pilastro!
Sabato 21 settembre
ore 9.30 → Ritrovo presso la fermata del bus n. 20 di fronte alla Biblioteca Luigi Spina (via Tommaso Casini, n. 5)
ore 9.45 → Geosplorazione nel paesaggio del Pilastro, cammino partecipante e incontro con gli abitanti. Accompagnano Antonio Canovi (AISO) e Gilberto Mazzoli (European University Institute di Fiesole)
ore 13.00 → Momento conviviale preparato dagli abitanti del quartiere presso il Centro di Documentazione Handicap (via Luigi Pirandello, n. 24)
ore 14.00 → Bologna, una città di archivi: buone pratiche di conservazione della memoria, introduce Alessandro Casellato (Università Ca’ Foscari-presidente AISO); interventi di Luca Alessandrini (Istituto Storico Ferruccio Parri), Matilde Altichieri/Enrico Pontieri (Fondazione Gramsci Emilia-Romagna), Ilaria Bortolotti (Biblioteca Luigi Spina), Bruna Gambarelli (Archivio Digitale di Comunità Progetto Laminarie); conclude Giulia Zitelli Conti (Master in Public history dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia)
ore 16.30 → Risalita della Torre n. 4 con Ingrid Negroni (Blog del Pilastro) e brindisi di saluto con vista a tutto campo su Bologna

Costo d’iscrizione: 40 € per le spese della Scuola (compresa la cena del venerdì, il pranzo del sabato e il biglietto autobus di andata per il Pilastro) + quota associativa AISO (25 € per giovani, precari e non strutturati / 50 € per strutturati).
La Scuola accoglierà un minimo di 15 e un massimo di 30 iscritti.
AISO metterà a disposizione due borse di studio di 100 € cadauna per giovani under 35 che intendano partecipare alla Scuola. Per farne richiesta scrivere ad aisoitalia@gmail.com, allegando il proprio curriculum vitae, entro il 6 settembre 2019.

Modalità d’iscrizione: entro il 6 settembre 2019 inviare una e-mail ad aisoitalia@gmail.com allegando il modulo di iscrizione compilato, reperibile qui.
Entro il 13 settembre bisognerà saldare il costo dell’iscrizione sul conto corrente dell’Associazione Italiana di Storia Orale (Banca Unicredit – IBAN: IT 72 L 02008 12011 000101841496).

Scarica il programma in pdf.

Tagged under