Incontro "La voce dei vinti. Per una storia dal basso" | Milano 6 febbraio 2014

Nell’ambito della rassegna 1-12 febbraio 2014: La voce dei vinti – I mondi di Nuto Revelli promosso dal Circolo Scighera di Milano, Aiso partecipa all’incontro “La voce dei vinti. Per una storia dal basso”

Cosa portò un ufficiale degli alpini, poi comandante partigiano, a interessarsi alle testimonianze dei suoi soldati, alle storia di vita contadina?

Che influenza ebbero le fonti orali nel suo percorso di vita e di ricerca?

Quale ruolo può avere oggi la testimonianza diretta nella ricostruzione storica e nell’analisi del presente?

Ne parliamo con:

Intermezzi musicali a cura di Alessio Lega

Giovedì, 6 Febbraio, 2014 – 21:30 – 23:30

La Scighera -Via Candiani 131 – Quartiere Bovisa tel. e fax : 02 39480616

Come arrivare

“L’ospitalità contadina è tradizione, ma l’ospitalità formale non mi basta. Chiedo molto di più, chiedo che il testimone non si difenda con l’autocensura (…). Arrivare al momento giusto è una delle regole del gioco. l’inverno è la stagione più adatta, nelle altre stagioni anche i novantenni lavorano. Quando una comunità si presenta disponibile allora passo di casa in casa, allora scavo, approfondisco i temi, allargo il discorso. E’ nel confronto delle voci che i miti si ridimensionano, che i miti crollano (…). Non interrompo mai l’interlocutore, e dimostro interesse anche quando esce dal seminato, quando salta di palo in frasca, quando mi ripete cose già dette. Non pretendo sintesi, né risposte nette. Ascolto per imparare, ascolto tutto, anche le cose che non rientrano nei confini della mia ricerca. Il contadino dispone di certe antenne, di certe difese: il contadino fiuta se l’ ‘altro’ gioca o fa sul serio. soltanto con l’interlocutore che intenzionalmente rifiuta il discorso o mi racconta delle frottole, insisto, provoco.”

(Nuto Revelli, Il mondo dei vinti)

Ingresso libero con tessera Arci

Tagged under